Giugno è alle porte ma pare che sole e caldo fatichino ad entrare.
Un piccolo dramma per i vostri ospiti che, molto probabilmente, si aspettavano di visitare le bellezze del luogo in pantaloncini e maniche corte, accarezzati da una lieve brezza estiva.
Ma non tutto è perduto!
Tante sono le opportunità che la Campania offre quando il tempo è nemico: scopriamole insieme.

Sorrento

Museo di Correale

Ubicato nella storica residenza della famiglia Correale di Terranova, circondata da un grande giardino con agrumeto, si trova il Museo di Correale. Qui si possono ammirare reperti archeologici e collezioni di porcellane, ma anche gli arredi originali della famiglia che vi risedeva.

Museo della Tarsia Lignea

Qui sono raccolti i migliori esemplari dellarte di intagliare il legno, attività artigianale tipica del luogo. Il museo della Tarsia Lignea ha sia un’ala storica che contemporanea ed è possibile anche assistere a dimostrazioni pratiche o seguire corsi di intaglio.

Sorrento Excellence

Appena fuori Sorrento, lungo la strada statale, si trova Sorrento Excellence: uno spazio polifunzionale che al suo interno ospita una fabbrica di limoncello dove si può fare una visita guidata gratuita e degustare il limoncello.

Napoli

I musei

Quale migliore rifugio dalla pioggia che un museo? Archeologia, arte contemporanea e tanto altro. Partenope offre una vastissima scelta di musei, ne proponiamo alcuni: il Museo Archeologico Nazionale, il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, il Museo di Capodimonte ed il MADRE – museo d’arte conteporanea Donnaregina.

Il sottosuolo

Se la pioggia impedisce di passeggiare per le strade, non ci dimentichiamo delle vie sotterranee, avvolte in un’affascinante penombra di mistero. La fitta rete di cunicoli, gallerie ed acquedotti si snoda tra diversi percorsi tra cui: la zona di San Gaetano, quella di Capodimonte ed il Cimitero delle Fontanelle.

La metropolitana

E se la metropolitana fosse il posto giusto per ripararsi dal temporale? In attesa che spiova, infatti, è possibile visitare la Metrò dell’Arte per ammirare e scattare foto alle opere. Tra le più belle le stazioni troviamo Toledo, Università, Museo e Quattro Giornate.

Benevento

La Chiesa di Santa Sofia ed il museo del Sannio

Collocato nel palazzo monumentale a fianco della Chiesa di Santa Sofia, importante testimonianza dell’epoca Longobarda, il museo del Sannio si divide in 4 dipartimenti (archeologia, medievalistica, arte e storia) che raccontano tutte le epoche riguardanti il Beneventano.

Inoltre, perchè perdervi il Teatro Romano, l’Arco di Traiano, la Cattedrale e l’ex Chiesa di Sant’Ilario ubicate lì vicino.

Convento di San Felice

Se la cultura sannita vi ha affascinato, allora dovete soddisfare la vostra curiosità recandovi presso il Convento di san Felice in cui è allestita una mostra dedicata proprio a questa popolazione.

Fate anche un salto all’Hortus Conclusus: un giardino metafisico visitabile dal 1992 nel Convento dei domenicani, nella strada Vico Noce. Internamente troverete delle sculture moderne che si alternano a capitelli e colonne romane.

Pompei

Il Santuario della Beata Vergine del Rosario

Se è preferibile rimandare la visita agli Scavi di Pompei a una giornata meno uggiosa allora dovete assolutamente visitare il Santuario della Beata Vergine del Rosario, uno dei luoghi di culto mariani più visitati al Mondo, meta di pellegrinaggio di fedeli dal 1901, anno del suo completamento.

La villa dei Misteri

Tra uno dei siti più visitatati di Pompei, c’è la villa dei Misteri, nota soprattutto per  la serie di affreschi che mostrano i misteri dionisiaci di cui ancora si ignora il reale significato.

L’edificio si trova leggermente fuori le mura antiche della città ma se ami il mistero e sei desideroso di spingerti oltre i confini del conosciuto questo è il posto giusto.

Caserta

Il Belvedere di San Leucio

ll Belvedere di San Leucio è un importante complesso monumentale situato nella piccola e omonima frazione della città. È composto da diversi elementi tra cui un importante edificio, il Palazzo Reale del Belvedere, ed alcuni giardini.

Questo complesso è molto importante perché il Re Ferdinando IV di Borbone installò al suo interno una delle più prestigiose manifatture reali, specializzata nella produzione della seta. La fabbrica produceva seta di altissima qualità a tal punto da arredare luoghi importantissimi come il Vaticano, la Casa Bianca, il Palazzo del Quirinale e Buckingham Palace.

La Cattedrale di San Michele Arcangelo

Situata in pieno centro si trova la chiesa principale della vittà: la Cattedrale di San Michele Arcangelo.

La chiesa, nota maggiormente come “Duomo di Caserta”, ospita diverse opere d’arte ed affreschi tra cui il “Trionfo di San Michele Arcangelo sul Demonio” di Luigi Taglialatela e “Le tre Marie al Sepolcro e Resurrezione di Cristo” di Paolo de Matteis.

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt