Le vie del trekking

Scopri i 5 percorsi più suggestivi della Campania

Il paese del sole, del mare… e anche del trekking.

 

Gole del calore

Il rumore del torrente ti accompagna lungo un percorso immerso in una natura splendidamente selvaggia in cui incastonate in una profonda vallata a picco sul fiume si stagliano le Gole del Calore. In questi 120 ettari di terreno protetto, dal ponte medievale situato a valle di Felitto fino ai confini con il territorio di Magliano, regna un silenzio irreale ove emergono sensazioni ormai dimenticate.

 

Monte Faito

Punto d’inizio della Penisola Sorrentina, il Monte Faito, con i suoi 1400 metri d’altezza, regala panorami mozzafiato che si stagliano tra faggi secolari e rocce calcaree. Una volta in cima, sul Pizzo San Michele, potrai abbracciare con un solo sguardo tutti i rilievi della Campania, il profilo del Vesuvio e le isole del Golfo.

 

Sentiero degli Dei

Italo Calvino ha descritto il Sentiero degli Dei come “quella strada sospesa sul magico golfo delle “Sirene” solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito”, un percorso che conserva il fascino di tempi antichi in cui bosco e belvedere si inseguono rapendo ogni volta lo sguardo dei visitatori.

(Percorretelo nella direzione che va da Agerola a Nocelle in modo da camminare in leggera discesa e avere davanti il panorama della Costiera Amalfitana e di Capri.)

 

Valle delle ferriere

In uno degli angoli ancora nascosti della Costiera Amalfitana ecco che si trova La Valle delle Ferriere che con i suoi 500 ettari di cascate, natura e ruderi antichi conserva specie vegetali di epoche lontane. Un percorso semplice che dal borgo di Pontone arriva fino ad Amalfi.

 

Il ponte di Laviano

Un passaggio tra passato e futuro quello del ponte tibetano di Laviano. Una struttura in acciaio sospesa a 100 metri d’altezza che si connette ad una fitta rete di sentieri naturalistici e ad un Castello Medievale, di origine normanne, testimonianza del paese antico, completamente distrutto dal sisma del 1980.

Leave a Comment